Anche il Regno Unito nega il brevetto all’invenzione generata da intelligenza artificiale (sul caso Thaler-DABUS)

la corte di appello UK , 21.09.2021, caso No: A3/2020/1851, Thaler c. COMPTROLLER GENERAL OF PATENTS TRADE MARKS AND DESIGNS, a maggioranza conferma il rigetto della domanda brevettuale.

La lunga battaglia processuale del dr. Thaler in  molti Uffici brevettuali e tribunali, sparsi nel mondo, segna un’altra battuta di arresto (si v. quella di inizio mese in Virginia USA, ricordata nel mio post di ieri).

Secondo i giudici Arnold e Laing, nè DABUS è inventore (deve esserlo un umano) nè Thaler (poi: T.) ha indicato un titolo (derivativo o altro) per essere indicato lui come tale.

J. Birss concorda sul primo punto , ma non sul secondo: secondo lui  i) T. ha in buona fede  indicato chi secondo lui è l’inventore, § 58, e ii) quale costruttore della macchimna , gli spetta -per accessione, direi- il diritto sull’output della stessa e cioè l’esclusiva brevettuale, § 82 (J. Arnold nega l’invocabilità dell’accession doctrine: § 130 ss).

Quanto ad ii) non mi pronuncio, se non per dire che l’applicazine dell’accession agli intangibles è ammissibile pur se in base al criterio analogico (essendo indubbiamente dettata dal diritto positivo per le res) .

Quanto ad i), c’è un palese errore. La sec. 13.2.a del patent act, laddove dice <<identifying the person or persons whom he believes to be the inventor  or inventors>>, intende si l’indicazione di chi secondo il depositante è l’inventore, ma sempre purchè sia persona fisica

La Commissione UE sull’Intelligenza Artificiale (AI)

Sono stati da poco resi noti due documenti della Commisione sull’AI.

1) il Libro bianco On Artificial Intelligence – A European approach to excellence and trust del 19 febbraio 2020 COM(2020) 65 final .

Qui sono ricordati altri documenti interessanti:

– la Comunicazione della Commissione <<L’intelligenza artificiale per l’Europa>> del 25.04.2019, COM(2018) 237 final;

– i documenti prodotti dall’ High-Level Expert Group on Artificial Intelligence, e soprattutto: i) le Ethics Guidelines for Trustworthy Artificial Intelligence (AI) dell’8 aprile 2019  (qui v. anche il documento sulla definizione di Intelligenza Artificiale 08.04.2019) , nonchè ii) le Policy and investment recommendations for trustworthy Artificial Intelligence del 26 giugno 2019 .

2) il Technical Report dell’ European Commission Joint Research Centre (JRC) sui cruciali problemi della Robustness and Explainability of Artificial Intelligence,  2020, autori: HAMON Ronan-JNKLEWITZ Henrik-SANCHEZ MARTIN Jose Ignacio.